Valori Nutrizionali 

Una composizione chimica geniale

Le proprietà benefiche che l’olio extravergine di oliva può vantare sono motivate dalla sua composizione chimica! Questa è assai speciale per un motivo preciso: la tecnica di estrazione meccanica, quando eseguita bene, consente di preservare la parte pregiata del frutto, con il risultato di una composizione chimica dell’olio (valori nutrizionali) che pare sia stata bilanciata proprio a favore dell’organismo umano.

Partiamo dalla porzione quantitativamente più bassa, che rappresenta soltanto il 2% della sostanza, ma che è in pratica un ricco e fondamentale insieme di molecole utili, funzionali: tocoferoli (vitamina E), carotenoidi (b-carotene), clorofille, terpeni, lignani, vitamina k, antociani, flavonoidi (rutina), fitosteroli, polifenoli, minerali (potassio, sodio, calcio, ferro, zinco) e molecole volatili. Il 98% dei componenti sono lipidi, quasi esclusivamente trigliceridi (o triacilgliceroli).

I preziosi acidi grassi dell’EVO

Gli olii vegetali presentano sempre le stesse tipologie di acidi grassi. Ciò che li differenzia sono le percentuali relative e la distribuzione all’interno dei trigliceridi. Infatti a livello funzionale possono avere diversi effetti in base alla combinazione tra le varie categorie. Infatti la struttura geometrica degli acidi grassi è responsabile delle caratteristiche chimico-fisiche, che a loro volta determinano le proprietà benefiche.

Nei trigliceridi dell’evo prevale l’acido oleico (monoinsaturo), seguito da acido linoleico (polinsaturo – famiglia degli ω6), acido palmitico (saturo) e acido a-linolenico (polinsaturo – famiglia degli ω3). Poi ci sono acido caffeico, ferulico, cinnamico, cumarico, vanillico, siringico e stearico.

Valori Nutrizionali e Calorie dell’olio extravergine d’oliva

100 grammi di prodotto corrispondono a 14 grammi di acidi grassi saturi, 11 grammi di acidi grassi polinsaturi e 73 grammi di acidi grassi monoinsaturi che in totale apportano 884 calorie – 899 kcal.

Carrello