Sostenibilità ambientale dell'azienda Frantoio - NATYOURE

Sostenibilità

LE NOSTRE
BUONE PRATICHE

L’Azienda in cui nasce il progetto Natyoure è impegnata da anni in alcune Buone Pratiche per la Sostenibilità Ambientale.

FORNITORI RISPETTOSI DELL’AMBIENTE

Applichiamo un costante controllo sulle forniture di prodotto.
Abbiamo instaurato rapporti di fiducia solo con i produttori che non hanno mai aggirato le regole e che sono risultati sempre “puliti” a seguito delle nostre indagini costanti e randomizzate sulla materia prima. Effettuiamo campionamenti a sorpresa e facciamo analizzare il materiale da un Laboratorio accreditato per la valutazione dei residui.
Nei casi in cui sono stati rilevati residui di prodotti non consentiti dalle normative vigenti, la fornitura è stata respinta e, conseguentemente, anche il rapporto con tali produttori.
Chi rispetta l’ambiente merita la nostra attenzione.

Gli scarti della lavorazione delle olive, fino a pochi anni fa considerati solo rifiuti, anche abbastanza difficili da smaltire e onerosi, possono essere invece valorizzati utilizzandoli per la produzione di energia. Il nostro frantoio ha esplorato il mondo delle Biomasse, fino a scegliere di stipulare una convenzione con un Impianto esterno di Bio-conversione, affinché sia recuperato e ri-messo in circolo tutto il valore energetico e organico contenuto dentro sansa e acque di vegetazione. Considerando che più dell’80% della massa di olive che entrano in frantoio è costituito da questi “sotto-prodotti”, si tratta di una grossa quantità.
L’energia è data dal gas metano ottenuto mediante fermentazione dei costituenti organici dei reflui, che rappresentano substrati di crescita per determinati microrganismi. Il metano viene convertito da particolari turbine in energia elettrica o termica, a seconda dei casi. Invece il digestato, la parte solida che rimane in seguito alla fermentazione, è una sostanza organica con un buon contenuto di elementi minerali come azoto calcio e fosforo, e soprattutto potassio. Pertanto un ottimo fertilizzante.

VALORIZZAZIONE E RECUPERO DEI REFLUI
CON LA BIO-DIGESTIONE

CENTRALE TERMICA
A NOCCIOLINO

Il nocciolino è un sottoprodotto derivato dalla lavorazione dell’oliva. Per la produzione di nocciolino, composto principalmente da lignina, non vengono effettuati trattamenti chimici, pertanto le emissioni della combustione provocano un danno notevolmente inferiore all’ambiente rispetto ai combustibili tradizionali. Nella sala macchine del Frantoio Oleario Mossa, per il riscaldamento dell’acqua utile al ciclo produttivo, è stata istallata una Caldaia alimentata a nocciolino.
In un confronto con le biomasse concorrenti il nocciolino è imbattibile sia in quanto a risparmio di Emissioni di gas serra (vedi grafico), sia in quanto a rendimento. Infatti il potere calorifico (la quantità di energia che una data massa sprigiona al momento della combustione) è il più alto di tutti.

Consigliamo ai nostri clienti l’utilizzo della Bag in box ecologica.
Questo tipo di imballaggio mantiene inalterata la freschezza dell’olio, perché riduce quasi a zero il contatto con l’ossigeno prevenendo le ossidazioni. Il contenitore è formato da due componenti: all’esterno una scatola in cartone ondulato, all’interno c’è una sacca flessibile monouso con un pratico rubinetto erogatore. La sacca preserva il liquido al suo interno anche dalla luce ed è realizzata in materiali completamente atossici e rispondenti ai regolamenti europei. L’olio viene spillato comodamente attraverso un rubinetto che impedisce l’ingresso dell’aria durante la spillatura. Questo prolunga la durata del prodotto dopo l’apertura.
Lo smaltimento è estremamente facile anche in ambiente domestico. La Bag in Box è un imballaggio leggero, composto con materiali riciclati e riciclabili, quindi il suo utilizzo comporta minori emissioni di anidride carbonica rispetto alle alternative in plastica, vetro o metallo.

MATERIALE RICICLABILE
CON LA BAG IN BOX

RACCOLTA DIFFERENZIATA

In tutti gli ambienti dell’azienda (uffici, laboratorio, magazzino, aree adibite alla produzione) viene eseguita una rigida differenziazione dei materiali che vengono avviati a recupero attraverso una ditta specializzata convenzionata.

Carrello